Il Prosciutto di Faeto

Condividi

Il prosciutto di Faeto è stato riconosciuto dalla Regione Puglia “Prodotto tipico Regionale”, pertanto è necessario rispettare uno speciale disciplinare al fine di classificare un Prosciutto come “Prosciutto di Faeto”
Il prosciutto di Faeto viene lavorato con metodi antichi:

  1. Il prosciutto viene salato in tini di legno con sale a secco di forma rettangolare possibilmente in abete o pino; 
  2. Successivamente dopo la salatura i prosciutti vengono lavorati con acqua e aceto e massaggiati;
  3. La fase successiva è la stuccatura con sale – sugna e scarto di farina tutta l’importanza della stagionatura è l’altitudine di 866 m. slm e l’attraversamento del fiume Celone che crea l’umidità giusta per una stagionatura lenta e morbida.

 

Faeto, comune montano in provincia di Foggia, è possibile ogni prima domenica di agosto degustare una prelibatezza locale durante la rinomata “Sagra del Prosciutto di Faeto”: le condizioni pedoclimatiche caratterizzate da aria pura e asciutta, l’altura del luogo, l’allevamento dei suini locali secondo metodi tradizionali e una stagionatura naturale non inferiore a 12 mesi, garantiscono un prosciutto crudo dal sapore unico ed inimitabile.
A Faeto, e in generale in tutto il Sub Appennino Dauno, è conosciuto col nome dialettale Presutt’ de Fait’. Deriva dal quarto posteriore del suino: viene lavorato manualmente, salato a secco e pressato con massi di pietra. Segue una stagionatura in locali freschi ed arieggiati, dotati di camino.
Dopo 4 mesi i prosciutti vengono sugnati, cioè cosparsi di farina mista a strutto, pepe o peperoncino che determina la chiusura dei pori e impedisce il contatto diretto con le mosche. La stagionatura va avanti per un periodo non inferiore a 12 mesi.
Faeto è conosciuta da molti come la patria del prosciutto: la Sagra attira ogni anno molti turisti e rappresenta una delle manifestazioni gastronomiche più riuscite del Sub Appennino, tanto che nel 2009 ha raggiunto la sua 48° edizione.

Articoli correlati:

I commenti sono chiusi