La “Guida Verde” del Touring Club dedicata al territorio della provincia di Foggia

Condividi

Touring Club Italiano

La “Guida Verde” dedicata dal Touring Club alla provincia di Foggia è da oggi il nostro biglietto da visita, lo strumento attraverso il quale costruire una più efficace azione di promozione e valorizzazione della Capitanata su scala nazionale ed internazionale». Così Antonio Pepe, presidente della Provincia di Foggia, stamani nel corso della presentazione in anteprima della “Guida Verde” che il Touring Club ha dedicato alla provincia di Foggia. A presentare il prezioso volume, assieme al presidente Pepe, il vicepresidente della Provincia ed assessore al Turismo e alla Cultura, Billa Consiglio; l’assessore regionale al Turismo e alla Cultura, Silvia Godelli; Gianfranco Manetti, responsabile delle iniziative speciale del Touring Club; Saverio Russo, Direttore del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Foggia e coordinatore degli autori che hanno lavorato alla composizione dei testi della guida.
«Siamo orgogliosi di aver costruito una collaborazione con il Touring Club – ha detto il presidente Pepe – che resta il più importante e autorevole sodalizio italiano nel settore turistico nazionale ed internazionale. Mai prima d’ora la provincia di Foggia aveva ricevuto questo tipo di attenzione. Motivo per il quale quello di oggi è per la Capitanata un evento storico, destinato a durare nel tempo». «Abbiamo scelto di fare quello che considero uno dei più grandi investimenti mai operati in materia di valorizzazione e promozione della Capitanata – ha aggiunto il presidente della Provincia – Un investimento che ci è costato pochissimo rispetto a faraoniche manifestazioni “una tantum” e che resterà dentro il circuito editoriale del Touring Club in modo stabile. Un grazie sincero va a tutti gli autori che ci hanno aiutato a raccontare questo straordinario territorio e le sue eccellenze storiche, artistiche, paesaggistiche, culturali; che hanno fotografato ogni comune, ogni zona della Capitanata, ogni angolo di questa nostra terra. Un grazie particolare lo rivolgo a Renzo Arbore, che ci ha onorato con un contributo che è un pensiero affettuoso e personale nei confronti di Foggia, nella certezza che la sua notorietà rende questa guida ancor più preziosa. L’ambasciatore della Puglia e della Capitanata nel mondo sarà, per così dire, anche l’ambasciatore della nostra “Guida Verde”. Ed è un evento di particolare rilevanza, se consideriamo che nessuna Guida Verde del Touring Club può vantare al suo interno il messaggio di una personalità così famosa e fiera delle sue radici».
«Oggi noi presentiamo la realizzazione di una grande idea – ha aggiunto l’assessore Consiglio – Solo pochi mesi ragionavamo di come, prima della scadenza del nostro mandato amministrativo, poter fare un regalo alla Capitanata. Un regalo che è il frutto di una molteplicità di contributi, di passione e di amore per la nostra provincia. Questa guida è un po’ la bibbia della nostra offerta turistica, che parla e si rivolge ai nostri concittadini, perché spesso noi stessi non abbiamo l’esatta contezza di quanto siamo meravigliosa e ricca di storia la nostra terra. Ma che nello stesso tempo si rivolge all’esterno, al mercato turistico italiano ed europeo, nel quale la Capitanata esprime già una leadership autorevole ed indiscussa, come ogni anno i numeri e le statistiche delle presenze sul nostro territorio dimostrano. Noi però restiamo convinti che si possa fare di più, che si possa destagionalizzare l’offerta, che si possano costruire nuovi segmenti di attrattività, a partire da quello del turismo religioso, rafforzato dal riconoscimento di Monte Sant’Angelo quale patrimonio Unesco e dal culto di San Pio, sino a quello del turismo “slow” dei meravigliosi borghi del nostro Appennino. Questa guida si candida dunque ad essere uno strumento al servizio di questo obiettivo, anche grazie all’importanza del circuito editoriale all’interno del quale è da oggi inserita». Non a caso la “Guida Verde” sarà presentata anche nell’ambito della Borsa Internazionale del Turismo, in programma a Milano nelle prossime settimane.
Di una iniziativa di grandissima qualità e di significativo valore ha parlato anche il Prefetto di Foggia, Luisa Latella, secondo la quale «strumenti come quello realizzato dal Touring Club e dalla Provincia di Foggia sono il volano giusto per far crescere il territorio e, nel contempo, per mettere gli stessi cittadini della Capitanata nella condizione di conoscere a fondo ed in modo dettagliato le immense ricchezze di questa terra».
Per l’assessore regionale al Turismo e alla Cultura, Silvia Godelli, «la “Guida Verde” è un traguardo ambizioso ed insieme un punto di partenza. Alla Provincia di Foggia formulo il mio grazie per aver regalato alla Puglia questo volume, che si unisce a quelli già prodotti dal Touring Club per altre aree della nostra regione e che esalta quella che a mio avviso resta la più straordinaria tipicità della Capitanata. Questa terra – ha sottolineato l’assessore Godelli – ha nella sua complessità, nel suo essere un mosaico ricco di tessere diverse la sua forza. Una forza che non esiste in nessun’altra parte della Puglia e d’Italia. La provincia di Foggia è terra di mare, di montagne, di pianure; è un agglomerato di tradizioni diverse e affascinanti; è il luogo in cui si incrociano la fede religiosa e l’eccellenza dell’agricoltura e dell’enogastronomia. La Capitanata è il crocevia di una storia millenaria che l’ha vista essere uno degli snodi sociali e commerciali più importanti dell’intero Mezzogiorno d’Italia. Questa guida ci spinge a insistere sulla strada che abbiamo intrapreso sino ad oggi. Una strada che è fatta di passione e di sinergia istituzionale, di unità di intenti e di promozione turistica. Da quello che abbiamo costruito bisogna ripartire per fare dell’offerta turistica il punto focale e la risorsa più preziosa dell’economia di questa parte stupenda della Puglia».
Gli aspetti tecnici della composizione della “Guida Verde” sono stati illustrati dal responsabile delle iniziative speciale del Touring Club, Gianfranco Manetti, che ha spiegato come «lo sforzo messo in campo è stato quello di scattare una fotografia vera e reale dell’esistente. Non abbiamo formulato auspici – ha evidenziato – ma siamo stati in grado, grazie all’autorevolezza di chi ha collaborato alla composizione delle pagine del volume, di raccontare l’esistente. Nel farlo, nel leggere i testi, nel riflettere sugli spunti, nell’organizzare anche graficamente la guida abbiamo scoperto un tesoro inestimabile. Ringrazio sinceramente l’Amministrazione provinciale e tutti coloro i quali hanno collaborato con noi in questa impresa editoriale. Posso dire che per il Touring Club la Provincia di Foggia è un modello nazionale di efficienza, sinergia e, se posso permettermi, di intenso amore per il territorio». «Attorno alla realizzazione della guida è stato prodotto un lavoro imponente di ricerca e di studio – ha detto Saverio Russo, Direttore del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Foggia e coordinatore degli autori che hanno cooperato per la composizione dei testi – Scandagliando le pagine della storia del territorio abbiamo dimostrato come questa provincia sia la culla di una produzione artistica di primissimo piano e come la Capitanata sia depositaria di una tradizione millenaria, fatta di civiltà e di cultura. Di fronte a noi abbiamo la sfida più importante per il nostro territorio: conoscere ciò che siamo stati e ciò che siamo ed esserne orgogliosi, facendo di questo patrimonio l’architrave del nostro futuro.

Comunicato stampa

Articoli correlati:

I commenti sono chiusi