Tributo a Lucio Dalla: l’uomo che amava il Gargano

lucio-dalla

Il 1° marzo ricorre il primo anniversario della morte di Lucio Dalla, mentre il prossimo 4 marzo l’indimenticabile cantautore avrebbe compiuto settant’anni. Sono state organizzate diverse iniziative per rendere omaggio alla memoria di Lucio Dalla.

Ad un anno da quando fu annunciata la terribile notizia in tutto il mondo, Lucio si trovava in Svizzera quando il suo cuore si spense per sempre. La notizia della sua morte lasciò senza parole il mondo intero. Colleghi, amici, parenti, fan e semplici cittadini piangevano la sua scomparsa.

Lucio Dalla non è stato dimenticato da nessuno. I suoi colleghi ed amici hanno deciso di rendergli omaggio con un concerto proprio il 4 marzo, lo stesso giorno in cui Lucio avrebbe festeggiato i suoi settant’anni. Il concerto tributo gratuito si terrà nella sua Piazza Maggiore a Bologna.

L’evento è stato chiamato 4 Marzo Lucio Dalla ed è stato organizzato dalla Rai e prodotto da Ballandi Entertainment con F&P Group. Il concerto potrà essere seguito da tutti gli italiani grazie alla diretta che verrà trasmessa da Rai Uno.

Sono numerosi gli amici e colleghi di Lucio Dalla che hanno deciso di aderire a questo evento. La conduzione della serata è stata affidata all’amico Gianni Morandi, ma sul palco allestito in Piazza Maggiore ci saranno anche gli Stadio, Gianna Nannini, Ornella Vanoni, Luca Carboni, Fiorella Mannoia, Pierdavide Carone, Marco Mengoni, Negramaro, Renato Zero, Paolo Rossi, Pino Daniele e Gigi D’Alessio.

1-1590-24022013150910La  città di Manfredonia lo ha amato, lo ha coccolato, ne ha osservato il lungo e appagante percorso professionale e continua a tenerlo stretto a sé. La nuova dimostrazione di questo amore a pelle è palese anche nelle richieste per assistere alla serata che Manfredonia gli dedicherà, domenica 3 marzo prossimo, a quell’omino che proveniva dalla dotta Bologna, ma che ogni volta che seguiva la mamma raggiungendo Manfredonia sembrava ritrovarsi d’incanto nel suo contesto, geografico e sociale, naturale. Forte delle sue “origini” – la mamma ha lavorato come sarta Manfredonia – e affascinato dalle meraviglie del Gargano, cantò l’amore per le Isole Tremiti. E fu anche un autentico devoto di San Pio.

Dedicò il suo primo album 4 marzo 1943 con una canzone scritta e ispirata a Manfredonia, città dove trascorse alcuni momenti della sua infanzia. Inoltre era molto affezionato e risiedeva nelle sue vacanze alle Isole Tremiti, arcipelago ispiratore di tante sue canzoni. Quello tra Dalla e le Diomedee è stato un amore indissolubile. Tant’è che l’artista il 30 giugno del 2011, donò una grande opera in bronzo di Michele Circiello “L’Acheo guardiano delle Isole Tremiti“. Quel giorno fu anche protagonista del concerto contro le trivellazioni nel mare Adriatico. 

Il Gargano ed i suoi concittadini lo ricorderanno con tanto affetto.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=58qjPiRBeCU[/youtube]

Articoli correlati:

Commenti chiusi