Descobrindo o Gargano

ação,it

Gargano

Uma espécie de mundo à parte cheio de referências religiosas, primeiro pagão e cristão. Um impulso natural para o Oriente, rico em beleza para descobrir e desfrutar.

Per secoli il Gargano è stato un mondo a parte. Un luogo misterioso, um pó’ come l’intera Puglia, fitto di richiami religiosi, primeiro pagão e cristão. A far accorrere pellegrini da queste parti, molto, ma molto tempo prima che la figura di Padre Pio da Pietralcina facesse diventare S. Giovanni Rotondo un centro d’attrazione internazionale, c’era un serpente enorme, minaccioso, caricato di significati demoniaci dai fedeli che salivano alla Grotta di San Michele, a Monte Sant’Angelo, per ringraziare l’arcangelo di averli liberati dal terribile animale.

La posizione naturale dellosperone”, così proteso verso Oriente, ha favorito nel corso dei secoli scambi commerciali assai proficui con i paesi Balcanici e con l’Europa orientale. Un volume di affari che portò benessere all’agricoltura della zona, a ponto de ser exportação terra privilegiada de citros (porque aqui, apesar de estarmos em uma latitude mais ao norte de Roma, laranjas e limões são cultivadas até maio) que acabou nas mesas dos ricos S. Petersburgo e Moscou. Mas isso também é uma terra de boa carne, o podolica e queijo, derivado desse leite, senza trascurare l’anguilla di Lesina, o l’olio, ou massas feitas à mão e sobremesas.

Em resumo, aqueles que amam Puglia sei que você nunca vai aqui já, mas há uma crescente Directions sentimento pela primeira vez. E isso por uma razão muito simples: que é a terra capaz de revelar pouco de cada vez, apenas como uma bela senhora affascinane, o que torna o mistério da sua feminilidade, a arma invencível para seduzir. Da S. Giovanni Rotondo possono partire diversi itinerari, lungo il sali-scendi di strade che attraversano la Foresta Umbra, nel Parco Nazionale del Gargano, privilegiando così un percorso nell’entroterra. Oppure percorrendo le strade tortuose che lambiscono la costa, partendo da Manfredonia, situata al centro dell’omonimo golfo. Nel caso in cui si scelga la prima opzione si può percorrere la statale 272 che dal paese di Padre Pio va verso il Pantano di S. Egidio, per raggiungere poi Monte Sant’Angelo.

Attraverso la 528 poi ci si immerge nel cuore della Foresta Umbra per arrivare a Vico Garganico, quindi ad Ischitella, Cagnano Varano e Sannicandro Garganico. Se invece si preferisce “accarezzare” tutta la costa del promontorio, da Manfredonia si punta verso Mattinata, lungo la 89, per poi proseguire verso Pugnochiuso e Vieste, proprio sulla punta del promontorio. Continuando lungo la costa si arriva a Peschici, quindi a Rodi Garganico, per poi attraversare la lingua di terra che divide il Lago di Varano dal mare Adriatico. Il percorso, dopo torre Mileto, si conclude a lesina, il centro che da il nome all’omonimo strettissimo lago.

Fonte: Repubblica.it

Artigos Relacionados:

Os comentários estão fechados.