Il Monte Calvo

Il Monte Calvo è la cima più alta tra quelle che costituiscono il massiccio del Gargano in Puglia. Raggiunge un’altitudine di 1056 m (quinta vetta della regione) e ha un’evidente morfologia carsica. Deve il suo nome a una cima completamente brulla, circondata, tuttavia, da imponenti e fitte foreste che ne ricoprono le pendici e si estendono per gran parte del territorio del Parco Nazionale del Gargano.

Sono stati diversi i ritrovamenti archeologici di reperti riconducibili al neolitico: parti rudimentali di asce, selci e strumenti di vario tipo confermano la presenza dell’uomo sugli altipiani del Gargano anche in epoca preistorica e protostorica (civiltà Dauna).

Sulla cima sono presenti delle doline carsiche (depressione tipica del terreno modellato in varie fogge) utilizzate nel passato dai pastori come recinto per animali da pascolo, in alcuni casi con la presenza di rifugi in pietra calcarea utilizzati per proteggersi dal clima stagionale.

Lunghezza percorso: 2,8 km

Durata a/r: 4h 30m

Altitudine:  800-1056 metri s.l.m.

Vegetazione: Faggi, querce (Cerro e Roverella) nonché piante decidue latifoglie eliofile quali il Carpino, la Carpinella o l’Acero campestre

Itinerario: Naturalistico

Periodo: Primavera – Estate

Grado di difficoltà: EE (escursionistico esperto)

Equipaggiamento: Scarpe da trekking, scorta d’acqua, pantaloni lunghi, cappello, abbigliamento a strati idoneo alla stagione in corso, binocolo e macchina fotografica.

Prezzo: 5 euro a persona (minimo 10 partecipanti) 

Il prezzo comprende: Accompagnamento, guida e supporto logistico.

Il prezzo non comprende: Trasporto, assicurazione RCT. 

 

Sconti per gruppi superiori a 20 partecipanti

 

 

Articoli correlati:

Commenti chiusi