I Cinque Reali Siti

Condividi

Cinque Reali Siti è la denominazione di quella zona agricola della Puglia nella provincia di Foggia che comprende i comuni di Ordona, Orta Nova, Carapelle, Stornara e Stornarella.

Nel XVIII secolo fu interessata dalla ricolonizzazione voluta da re Ferdinando IV di Borbone.

Le origini dell’attuale Ordona sono antichissime e ne rimangono importanti testimonianze, appena fuori l’abitato nell’area archeologica dedicata. Ubicata lungo la Via Traiana, l’arteria voluta dall’Imperatore Traiano nel II secolo d.C per collegare Benevento con Brindisi, per secoli Herdonia fu importante snodo stradale fino alla sua progressiva decadenza durante il Medioevo.

Gli scavi archeologici hanno riportato alla luce una parte della città antica, della quale rimangono visibili le mura. Si può seguire quasi per intero il loro perimetro con resti, sul lato ovest, anche della porta principale, fiancheggiata da torri quadrate. Nella zona centrale sono visibili i resti di un notevole complesso di costruzioni romane in laterizio e reticolato, tra i quali quelli di due templi, di una basilica, del foro, di un mercato circolare, di un complesso termale articolato in ambienti caldi e freddi riccamente decorati. A nord est degli scavi, i resti di un piccolo anfiteatro. Infine, tracce di una chiesa medievale, trasformata poi in un sito fortificato circondato da un fossato. All’esterno delle mura un’estesa necropoli ha ridato reperti rivelatisi utili per la conoscenza dell’arte ceramica e delle usanze delle popolazioni daune: oltre a diverse stele, anche tazze, askoi con beccuccio, coppette, vasi, oggetti in genere posti accanto ai defunti, tumulati in posizione fetale. Reperti di grande valore archeologico, molti dei quali conservati nel Museo Civico di Foggia.

Il maggiore centro dei Cinque Reali Siti è Orta Nova. Nonostante nasca come borgata agricola nel 1600, se ne parla in un documento del 1184, citata come Casale alle dipendenze dell’Abbazia di Venosa. Federico II vi fece costruire un castello di caccia per dedicarsi all’arte venatoria nei boschi che dall’abitato si estendevano fino all’attuale Parco Naturale Regionale Bosco Incoronata. Tra il 1259 ed il 1263 è documentata la presenza di Re Manfredi che, da Orta, emanò il Datum Orte, atto con il quel aveva inizio la fondazione di Manfredonia. Proprio sulle rovine del castello i Gesuiti costruirono nel 1600 il loro convento, che un tempo aveva l’aspetto di una masseria fortificata con torretta di avvistamento, oggi si presenta come un sobrio edificio con un campanile a vela, del quale faceva parte la chiesa di S. Maria delle Grazie, demolita nel 1951 e sostituita con l’attuale chiesa madre. Del 1600 è anche la chiesa del Purgatorio, rimaneggiata nel corso del 1900.

Stornara e Stornarella, altri due Comuni facenti parte dei Cinque Reali Siti fino al 1905 formavano un unico comune. Il nome deriva da Sturnus Vulgaris (storno), un volatile che è solito sorvolare i campi di grano soprattutto in autunno, durante la preparazione del terreno per la semina. Nel Medioevo su questo territorio sorgeva una masseria (La Stornara) dove, nel 1225, Federico II insediò una piccola colonia di saraceni provenienti dalla Sicilia, espulsa poi dagli Angioini nel 1330. Del periodo gesuitico rimane, a Stornara, il dipinto della Madonna della Stella, conservato nell’ottocentesca chiesa di San Rocco. A Stornarella, invece, una grande tela raffigurante la Madonna con il Bambino, attribuita ad Antonio Marotta che la realizzò nel 1614, è custodita nella chiesa di Maria S.S. della Stella. A completare i Cinque Reali Siti vi è il piccolo e “giovane” paese che Ferdinando IV di Borbone nel 1774 progettò una colonizzazione agraria con la porta di accesso settentrionale dalla valle del torrente Carapelle. A circa 6 km da Carapelle, in direzione nord ovest, sorge il Santuario della Madonna dell’Incoronata, antico luogo di pellegrinaggio contiguo al Parco naturale regionale Bosco Incoronata, ideale per passeggiate a piedi o in bicicletta.

Tipologia di itinerario: Storico – Culturale

Tappe: Parco archeologico di Herdonia, centro storico di Ortanova, centri storici di Stornara e Stornarella, passeggiata nella natura nel Bosco Incoronata.

Lunghezza e durata del percorso: 54,2 Km., 1 ora e 05 minuti (i dati sono riferiti ai tempi di spostamento senza tener conto delle soste).

TARIFFE INTERA GIORNATA:

DA 1 A 20 PERSONE: € 5,00 a persona

PER GRUPPI FINO A 50 PERSONE: € 3,00 a persona

BAMBINI UNDER 10 ANNI: GRATIS

Il prezzo comprende: accompagnamento e guida di intera giornata.

Il prezzo non comprende: trasporto e ingressi a pagamento.

N.B.: Per richieste di gruppi scolastici verranno effettuati dei preventivi personalizzati.

Per pranzi con menu turistici presso ristoranti convenzionati oppure per altri servizi turistici (pernottamento, acquisto di prodotti tipici e souvenir, servizio taxi, ecc.) non esitate a contattarci.

Articoli correlati:

I commenti sono chiusi