Confortanti i dati del turismo in Puglia per l’anno 2014

logo-regione-pugliaL’Assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo, Silvia Godelli e il Direttore Generale di Pugliapromozione, Giancarlo Piccirillo comunicano che l’anno turistico 2014 si è concluso con risultati al di sopra delle aspettative. I dati finali inviati all’Istat sono superiori a quelli presentati in BIT: a completamento degli inserimenti in SPOT (Sistema Puglia per l’Osservatorio turistico)dei dati sul movimento turistico nelle circa 5mila strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere di Puglia i turisti complessivi (italiani + stranieri) aumentano del +2,6% e i pernottamenti restano sostanzialmente stabili ( poco più di mezzo punto in meno rispetto al 2013). Una stagione turistica caratterizzata da un ottimo incremento degli stranieri (+9,2% gli arrivi e +4,1% i pernottamenti) e da una crescita degli arrivi italiani (+1,1% dopo due anni di flessione) a fronte di una contrazione delle presenze del -1,7% determinata da soggiorni più brevi nelle strutture extralberghiere che più delle altre hanno accusato gli effetti del maltempo estivo (campeggi e villaggi). Nella top five dei Paesi stranieri per incremento assoluto di arrivi e presenze si collocano: Francia (+13.700 arrivi rispetto all’anno precedente e +31.400 presenze), Germania (+8.700 arrivi e +51.300 pernottamenti), Polonia (+7.600 arrivi e +8.700 presenze), Regno Unito (+5.300 e +9.100) e Paesi Bassi (+5.100 e +8.400). Seguono nella classifica Austria, Stati Uniti d’America, Irlanda, Svizzera, Brasile e Belgio, ma il 2014 segna anche la ripresa dell’incoming dalla Spagna (+7,6% gli arrivi e stazionari i pernottamenti) mentre il mercato russo vede un incremento del +1,7% degli arrivi e una riduzione delle presenze del 2,8%. Il Giappone, che per la Puglia rappresenta l’ottavo mercato di riferimento per numero di arrivi, nel 2014 registra una contrazione del -10% circa. (…) I risultati qui riportati sono stati rilevati direttamente sull’universo delle strutture ricettive pugliesi che hanno aderito e trasmesso per via telematica i dati sul movimento dei clienti registrati, durante le operazioni di check in e check out, attraverso SPOT (Sistema Puglia per l’Osservatorio Turistico). Come di consueto, i dati disaggregati in ulteriori livelli di dettaglio (comunale, per mese, per tipologia ricettiva, ecc.) verranno diffusi anche attraverso il portale agenziapugliapromozione.it (area Statistiche/Osservatorio) al termine della certificazione da parte dell’Istituto Nazionale di Statistica (Istat) al quale spetta l’ultimo controllo sulla qualità dei dati inviati dalle regioni italiane.

Puglia turisticaDal lato dell’offerta il 2014 è stato segnato da un incremento delle strutture ricettive del +5% e del +2% dei posti letto con aumenti che hanno interessato gli hotel 4 stelle, gli agriturismi e i b&b della regione. Le prospettive per il 2015 vedono la Puglia ancora una volta favorita sui mercati nazionali e internazionali come conferma l’indagine realizzata per conto di Pugliapromozione da SWG, nell’ambito della seconda ricerca sulla notorietà e attrattività turistica del brand Puglia. Secondo SWG – che ha intervistato un campione di 2.000 cittadini italiani che intendono realizzare almeno una vacanza nel 2015 e di 7.000 turisti europei residenti in Francia, Gran Bretagna, Germania, Austria, Belgio, Paesi Bassi – la Puglia è la meta top per le vacanze 2015 ed è la regione in testa, tra i turisti italiani, sorpassando Toscana, Sicilia e Sardegna. Per gli italiani la regione è tra le mete turistiche a maggior appeal: con un indice di attrazione di 3,9 su 5 punti, è insieme a Sicilia, Sardegna e Spagna (indice di 4,1) e Grecia e Toscana (4) ai vertici della classifica delle destinazioni turistiche più accattivanti e appetibili per il 2015. Anche tra i turisti europei la Puglia dimostra buona vitalità e capacità attrattiva, risultando coinvolgente per oltre il 50% dei turisti tedeschi, svizzeri e austriaci e per oltre il 40% dei turisti francesi, britannici, belgi e olandesi. 

Fonte: Regione Puglia

Articoli correlati:

Commenti chiusi