“Sand’Andùne, màsquere e sùne!” Sabato 17 gennaio cerimonia di apertura della 62^ edizione del Carnevale di Manfredonia

Notte Puglia colorata in sfilataIl tradizionale appuntamento del 17 gennaio“Sand’Andùne, màsquere e sùne!” apre il sipario al Carnevale di Manfredonia, giunto alla sua 62^ edizione.
La cerimonia di apertura della kermesse (con ingresso libero e gratuito) si terrà sabato 17 gennaio alle ore 19 presso “Palazzo dei Celestini” (in Corso Manfredi, 22).
A condurre la serata saranno Vincenzo D’Oria e due volti noti di Telenorba – mediapartner di tutta manifestazione – Mary De Gennaro e Giancarlo Montingelli della trasmissione “Comò”.
A fare gli onori di casa saranno il sindaco Angelo Riccardi, l’Assessore Antonella Varecchia ed il Presidente di “Manfredonia Turismo” Michele De Meo.
Nel corso della serata, della quale saranno protagonisti gli Istituti scolastici di ogni ordine e grado e le Associazioni dei Gruppi Mascherati e dei Carri Allegorici, saranno illustrate le tante novità del 62° Carnevale di Manfredonia ed il programma degli eventi ed appuntamenti previsti nelle date del 15, 17, 21 e 28 febbraio.

Il Carnevale di Manfredonia è riconosciuto dalla regione Puglia come “manifestazione di interesse regionale” e Manfredonia è associata alla “Federazione europea delle città del carnevale”. È uno dei maggiori carnevali d’Italia e per due volte è stato inserito tra le manifestazioni abbinate alla Lotteria Nazionale.
La manifestazione ebbe la sua prima edizione nel 1952, dal 1997 è stata organizzata dall’organo comunale “Istituzione del Carnevale dauno”, sostituito nel 2014 dall’Agenzia del turismo, organo di promozione territoriale del comune.
Dal 1998 la “sfilata delle meraviglie” ha ottenuto il patrocinio dell’UNICEF. Dal 2012 si sono unificate in un unico evento la “sfilata delle meraviglie” e la sfilata dei carri allegorici e dei gruppi mascherati.
Nel 2013 la manifestazione si è gemellata con il Carnevale di Tricarico. Ogni anno si formava un comitato per realizzare l’evento. Dal 2014 è organizzato interamente dall’Agenzia del Turismo.
Fino al 2011 si avevano 2 sfilate: la “sfilata delle meraviglie”, che si teneva la prima domenica di carnevale con la partecipazione dei bambini delle scuole materne e elementari, e la sfilata dei carri allegorici in cartapesta e dei gruppi mascherati, che si teneva la seconda domenica. Le due sfilate sono state unificate a partire dal 2012 in una sola.
Durante la settimana si svolgono altre sfilate:

  • Golden night: parata serale dei carri e dei gruppi mascherati.
  • Meraviglie by Night, la sfilata notturna dei bambini delle scuole materne ed elementari.
  • Mega sfilata della notte colorata: sfilata serale di bambini, gruppi e carri per il corso Manfredi.

Nel corso della manifestazione si mangiano alcuni piatti tipici carnevaleschi: la “farrata” (in dialetto “farrét'”), un rustico a base di farro e ricotta, e gli “scagliozzi” (in dialetto “scagghjuzz'”), fettine triangolari di polenta fritta.
La maschera tipica è “Ze Pèppe”: rappresenta un allegro contadino che arriva in città per divertirsi con la gente sipontina durante il carnevale, ma esagerando nei festeggiamenti è morto di polmonite, venendo cremato durante i festeggiamenti del martedì grasso.
Durante la manifestazione si svolgono una serie di concorsi sul tema del Carnevale, il più antico dei quali è il “Veglioncino dei bambini”, con la presentazione di costumi per maschere realizzati artigianalmente e indossati dai bambini, che si svolge dal 1960. Altri riguardano recite, poesie, decorazione delle vetrine, pittura, fotografia. Vi si svolgono inoltre un percorso enogastronomico e spettacoli di piazza.

 

I commenti sono chiusi