Earth Day 2020: ripartire per il bene dell’umanità intera

Oggi la 50.ma Giornata mondiale della Terra all’insegna della speranza e dell’impegno per ricominciare dalla crisi provocata dalla pandemia e immaginare nuovi stili di vita sostenibili. L’Associazione di promozione turistica, sociale e culturale DAUNIA TUR propone un modello di stile di vita e buone pratiche che siano attente al rispetto del prossimo ed eco-sostenibili per il nostro pianeta.

Oggi, 22 aprile 2020, è la Giornata Mondiale della Terra: il 5oesimo Earth Day. L’Associazione Daunia TuR propone il modo in cui possiamo pianificare come abbattere il nostro impatto ambientale per la sopravvivenza del Pianeta.
Oggi può essere il momento per ripartire con nuove azioni, che difendano e curino gli Ecosistemi, che come sappiamo sono sempre più fragili.

Facciamo continuamente Liste delle cose da fare: per il lavoro, per le cose da sistemare in casa, per fare la spesa, e così via.
Allora oggi proviamo a farne una particolare, da appendere e tenere sempre visibile agli occhi come un importante promemoria. Prendiamo u
n foglio e iniziamo a scrivere le azioni concrete che possiamo intraprendere a breve. Appuntiamoci anche i tempi in cui proveremo a farle.

Obiettivi a breve e lunga durata. Da fare con gioia e generosità. Trascinando magari in questo progetto amici e famigliari.

La nostra Associazione Daunia TuR inoltre ha già attuato delle buone pratiche giornaliere e consiglia tutti i propri associati, simpatizzanti e fans a seguirci nel cambiamento che stiamo attuando:

  1. Contrattualizzare per la propria utenza domestica o di lavoro una fornitura di energia elettrica con azienda certificata da Garanzia D’Origine (GO)” che attesti la sostenibilità ambientale degli impianti di produzione in conformità alla Direttiva 2009/28/CE e che le emissioni di CO2 associate all’energia fornita vengano interamente compensate con le corrispondenti GARANZIE D’ORIGINE rilasciate dal GSE;
  2. Piantare alberi sia nel proprio giardino che sostenere piattaforme digitali che diano la possibilità di “adottare” un albero e piantarlo nelle zone del pianeta dove è necessario. Piantare un albero è il primo rimedio a ridurre il CO2 nel mondo;
  3. Nelle attività sportive ed escursionistiche munirsi di un thermos o borraccia in alluminio evitando l’utilizzo e la dispersone della plastica;
  4. Nelle gite fuori porta utilizzare la modalità car pooling (condivisione dei mezzi di trasporto tra i partecipanti) riducendo così l’inquinamento atmosferico e acustico;
  5. Nelle escursioni in natura, munirsi di un sacchetto di plastica biodegradabile in cui apporre i propri rifiuti e quelli che si trovano lungo il proprio percorso (sentieri, aree di sosta, ecc);
  6. Utilizzare l’acqua per le attività domestiche con parsimonia ma soprattutto non inquinarla e quindi non sprecarla;
  7. Cercare di utilizzare nelle attività giornaliere la bicicletta e ridurre l’utilizzo dell’automobile;
  8. Per i fumatori che si recano al mare o in aree naturalistiche, munirsi di una sacca in alluminio per spegnere e riporre le cicche di sigaretta e gettarle in appositi contenitori di raccolta indifferenziata;
  9. Utilizzare le giuste modalità e pratiche di rilascio dei rifiuti, attuando la raccolta differenziata con criterio e rispetto del prossimo;
  10. Nelle escursioni in aree naturalistiche e marine cercare di far sentire il meno possibile la propria presenza, rispettando la fauna e la flora.
t=2https://www.facebook.com/DAUNIATUR/videos/235751170999024/?t=2

I commenti sono chiusi