Pesca Ricreativa

Pescatori per un giorno e di ogni età con l’obiettivo di divertirsi e conoscere una pratica prettamente ludica, definibile hobby, ideale per passare del tempo di qualità.

La pesca sportiva è l’attività di pesca che sfrutta le risorse acquatiche viventi a fini ricreativi o sportivi. (reg. CE 1967/2006 cosiddetto “regolamento del Mediterraneo”). È essenzialmente un’attività sportiva praticata per divertimento nel tempo libero, senza finalità commerciali e con l’impiego di un numero limitato di attrezzi, quali canne, fili e ami.                                                  

Oggi la pesca sportiva annovera un numero altissimo di praticanti e appassionati, tanto da essere menzionata nei regolamenti comunitari con la raccomandazione per gli Stati membri di garantire che essa venga praticata in modo tale da non interferire in misura significativa con la pesca commerciale, che sia compatibile con lo sfruttamento sostenibile delle risorse acquatiche vive e che rispetti gli obblighi comunitari con riguardo alle organizzazioni regionali per la pesca.

La pesca sportiva/ricreativa è quindi un’’attività esercitata esclusivamente a scopo ricreativo che sfrutta le risorse acquatiche viventi e ne vieta, sotto qualsiasi forma, la vendita del prodotto pescato ed è parte integrante delle tradizioni popolari, sociali e culturali italiane. Essa può essere praticata da pescatori di ogni età o chiunque voglia avvicinarsi a questa pratica e che non abbia come obiettivo la competizione, ma la intenda come una pratica prettamente ludica, definibile hobby, ideale per passare del tempo di qualità.                                                                                   

Per partecipare è necessario tesserarsi presso l’associazione sportiva aderente all’iniziativa, comprensiva di una polizza assicurativa per danni ed infortuni e noleggiare l’attrezzatura data in dotazione sotto la guida di personale esperto e certificato.

Inoltre è possibile noleggiare una piccola imbarcazione per fare una battuta di pesca con o senza conducente per poter vivere in pieno questa esperienza. La pesca che viene praticata nei porti può riservare tra le migliori sorprese durante tutte le stagioni dell’anno e, per giunta, non richiede speciali capacità o attrezzature costose.

Numerose specie di pesci scelgono il porto come loro habitat poiché è una zona in cui trovano una ricca alimentazione. La preda più usuale per chi pesca in un porto è sicuramente il cefalo, un’altra preda, di carne molto pregiata, è la spigola che è solita nuotare insieme a branchi di cefali. Si possono pescare infine alcuni tipi di pesci a seconda della stagione, come marmore, triglie, sugarelli, aguglie, boghe, sgombri, leccie e cernie.

INFORMAZIONI TECNICHE:

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

DURATA: h.18.00 – h.24.00

QUOTA: € 20,00 (Sono previste delle giornate dedicate a cura dell’associazione per eventi di gruppo)

USCITA IN BARCA

DURATA: MEZZA GIORNATA

PARTECIPANTI: MAX 6 UNITA’ SENZA CONDUCENTE

QUOTA: € 120,00 (Omnicomprensivo)

DOTAZIONE:

CANNA DA PESCA, MULINELLO, GALLEGGIANTE, MONOFILI E PIOMBI, ESCHE ED AMI

ABBIGLIAMENTO CONSIGLIATO:

Abbigliamento a strati idoneo alla stagione in corso, scarpe comode, scorta d’acqua, copricapo.

INFO & PRENOTAZIONI:

Associazione DauniaTuR

Via San Lorenzo, 112 – Manfredonia (FG)

Tel. +39 0884/660558  – +39 348/8137728  – +39 340/1052608

Sito: www.dauniatur.com

I commenti sono chiusi.